Artiglio del diavolo (uso topico)

Home/piante e principi attivi/Artiglio del diavolo (uso topico)

ARTIGLIO DEL DIAVOLO
Harpagophytum procumbens L.

Artiglio del diavolo, o arpagofito, è un’erba perenne originaria dei climi aridi e nota da sempre alla medicina tradizionale africana per le sue proprietà salutistiche. Nella moderna fitoterapia si utilizzano i principi attivi estratti dalla radice della pianta. Grazie ai glucosidi iridoidi che contiene, tra cui soprattutto l’arpagoside, l’artiglio del diavolo agisce come antidolorifico e antinfiammatorio in grado di mitigare una serie di disturbi dolorosi di natura reumatica che possono coinvolgere le ossa, le articolazioni e i muscoli a esse adiacenti. L’artiglio del diavolo allevia i dolori muscoloscheletrici dovuti all’artrosi e aiuta a contrastare mal di schiena, torcicollo, artrite, sciatica, tendiniti e conseguenze di contusioni e microtraumi. L’artiglio del diavolo è un rimedio naturale che non provoca effetti indesiderati. Non sono ravvisate controindicazioni per quanto riguarda l’uso topico del fitoterapico. Per ciò che riguarda l’uso sistemico, un trattamento con questo principio attivo, che stimola la secrezione di succhi gastrici, non è adatto qualora si soffra di ulcera gastrica o duodenale.

PRODOTTI CON ARTIGLIO DEL DIAVOLO

IL MAGAZZINO È ATTUALMENTE IN FASE DI AGGIORNAMENTO: NESSUN ORDINE VERRÀ SODDISFATTO. Ignora