MAGNESIO

Il magnesio è presente nelle cellule dell’organismo in quantità inferiori solamente al potassio. La sua funzione primaria consiste nell’attivazione degli enzimi. Circa il 60 % del magnesio dell’organismo si trova nelle ossa, il 26% nei muscoli e la parte restante nei tessuti molli e nei liquidi organici. I tessuti con la concentrazione maggiore di magnesio sono quelli metabolicamente più attivi (cervello, cuore, fegato e reni): per questo il magnesio svolge un ruolo critico nella produzione di energia.

Proprietà


Antinfiammatoria, antiossidante, remineralizzante, antistress, ipoglicemizzante.

Modalità d’uso


Il magnesio è disponibile in diverse forme. Studi sull’assorbimento dimostrano che il magnesio viene assimilato facilmente per via orale, specialmente se legato a citrato.
Molti esperti nutrizionisti ritengono che la dose ideale di magnesio debba basarsi sul peso corporeo (6 mg/kg). Per una persona di 50 kg, consigliano una dose di 300 mg, per una di 70 kg, una dose di 420 mg e per una di 90 kg, una dose di 540 mg. Piuttosto che ricavare queste quantità di magnesio dagli alimenti, è preferibile integrare la dieta con supplementi di magnesio corrispondenti alla dose raccomandata di 6 mg/kg di peso corporeo.

Finalità fisiologiche


La notevole importanza che riveste per il nostro organismo, fa si che al magnesio vengano associati innumerevoli indicazioni. Il magnesio svolge un ruolo di primaria importanza in molte funzioni cellulari, quali la produzione di energia, la sintesi delle proteine e la moltiplicazione cellulare. Il magnesio è essenziale per l’attività e l’equilibrio del sistema nervoso: svolge un’azione distensiva e calmante e attenua l’eccitabilità dei nervi e dei muscoli. Efficace quindi in disturbi quali lo stress, l’irritabilità, la confusione mentale, la contrazione muscolare, i crampi e l’intestino irritabile. Il Magnesio è inoltre indispensabile per un corretto funzionamento dell’intero apparato cardiovascolare e per la prevenzione di eventuali patologie ad esso collegato. Il Magnesio gioca un ruolo centrale nella secrezione e nell’azione dell’insulina. In assenza di livelli adeguati di magnesio, il controllo della glicemia è impossibile. Diversi studi dimostrano infatti l’efficacia del minerale nel controllare i livelli di zucchero nel sangue. Utile come integratore contro l’affaticamento (migliora i livelli di energia), il magnesio è consigliato nel trattamento dell’osteoporosi. Recenti studi dimostrano infine che il magnesio riduce il colesterolo totale e aumenta i livelli del colesterolo HDL.

Controindicazioni


Chi è affetto da patologie renali o da gravi disturbi cardiaci non dovrebbe assumere magnesio se non sotto stretto controllo medico. Generalmente il magnesio è molto ben tollerato; gli integratori di magnesio, tuttavia, soprattutto il solfato, l’idrossido o il cloruro di magnesio, possono causare un rammollimento delle feci.

Interazioni


Magnesio, calcio, potassio e altri minerali interagiscono largamente tra loro, mentre altri minerali riducono l’assorbimento di magnesio e viceversa. La vitamina B6 collabora col magnesio in molti sistemi enzimatici e aumenta l’accumulo di magnesio intracellulare. Un alto consumo di calcio e latticini addizionati con vitamina D provoca un ridotto assorbimento di magnesio. Anche alcuni farmaci influiscono negativamente sullo stato del magnesio, in particolare molti diuretici, l’insulina e la digitale.