Camomilla (uso topico)

Home/piante e principi attivi/camomilla/Camomilla (uso topico)

CAMOMILLA
Matricaria chamomilla L.

La camomilla è una pianta erbacea, alta 20-40 cm, a fusto eretto, molto ramificato, foglie bipennatosette e fiori riuniti in capolini.  La Camomilla cresce spontanea in tutto il continente europeo, si trova comunemente nei luoghi erbosi, lungo le strade campestri e le siepi e fiorisce da Maggio a Settembre. I capolini contengono olio essenziale costituito principalmente da camazulene e bisabololo; flavonoidi quali apigenina; cumarine (erniarina e umbelliferone); sesquiterpeni (antecotulide), mucillagini e polisaccaridi. Tra tutti questi componenti è il bisabololo a ricoprire un ruolo fondamentale per quanto concerne l’uso topico del principio attivo. Alcol sesquiterpenico monociclico che si ottiene per distillazione dell’olio essenziale di camomilla, il Bisabololo svolge attività lenitiva e disarrossante ed è un fattore di modulazione dell’infiammazione cutanea.