Carciofo

CARCIOFO
Cynara scolymus L.

Il Carciofo, Cynara scolymus L., è una pianta erbacea poliennale, appartenente alla famiglia delle Composite (o Asteracee).

In Fitoterapia si utilizzano le foglie, i cui componenti sono rappresentati da: polifenoli, flavonoidi, tannini e i derivati dell’acido clorogenico, fra i quali molta importanza veniva attribuita alla cinarina, poliacetileni, steroli, acidi organici, sali minerali e componenti volatili aromatici (β-selinene, α-cedrene e α-umulene).

Le più importanti proprietà benefiche del Carciofo riguardano il fegato. Le funzioni epatoprotettive e depurative vengono esplicate grazie alla doppia attività coleretica e colagoga in grado di stimolare la produzione e la secrezione degli acidi biliari.

La maggiore produzione di bile riveste un ruolo importantissimo visto che è in grado di facilitare la digestione e l’eliminazione degli acidi grassi (metabolismo dei lipidi), consentendo all’organismo di abbassare sia i trigliceridi sia i livelli di colesterolo nel sangue. Le proprietà ipocolesterolemizzanti vengono espletate anche attraverso la riduzione della sintesi di colesterolo endogeno direttamente nel fegato, organo dove si produce la maggior parte del colesterolo contenuto nel nostro corpo.
Dunque, possiamo pare di Carciofo come un importante alleato nella prevenzione cardiovascolare.

Importante anche l’attività antiossidante svolta dai polifenoli contenuti nelle foglie, come documentato da diversi studi di settore.
Il carciofo, inoltre, è utilizzato talvolta in associazione ad altre piante in prodotti specifici per favorire la diuresi, nei casi di ritenzione idrica, cellulite o sovrappeso.

Il Carciofo è anche presente in Farmacopea, la quale prevede un contenuto in acido clorogenico tra il 4.5 e il 6%. L’utilizzo consigliato è l’estratto secco standardizzato, titolato proprio in acido clorogenico, con un dosaggio oscillante tra i 300 e i 500 mg/die.

Controindicato l’utilizzo in gravidanza e allattamento. Procedere con cautela qualora si sia affetti da calcolosi delle vie biliari.