WITHANIA
Withania somnfifera Dunal

La Withania, conosciuta anche come ginseng indiano, è una pianta conosciuta ed utilizzata dalla medicina ayurvedica, con il nome di Ashwagandha, come tonico e adattogeno; in realtà, si è rivelata una pianta medicinale dotata anche di importanti attività antinfiammatorie ed analgesiche.

Proprietà


Antinfiammatorie, analgesiche, antiossidanti. Tonico-adattogeno. Tonico (stanchezza fisica, mentale). Rilassamento e benessere mentale. Naturali difese dell’organismo.

Modalità d’uso


Estratti secchi di radice standardizzati in withanolidi, in capsule o compresse.

Finalità fisiologiche


Le radici contengono molti principi attivi, tra i quali i withanoidi, withaferina A e flavonolglicosidi. Esistono lavori condotti sia sull’animale sia sull’uomo e, in particolare, sono disponibili studi clinici in doppio cieco randomizzati con Withania somnifera, Boswellia serrata e Curcuma longa e zinco per la terapia dell’osteoartrite. Sono stati inoltre confermati anche effetti antistress utili nei disturbi della memoria e dell’attenzione, sinergico con la Gingko biloba.

Controindicazioni


– Ipersensibilità o allergie verso uno o più componenti
– Gravidanza e allattamento
– Periodo pre-operatorio

Interazioni


– Barbiturici e altri psicofarmaci: possibile potenziamento di effetti
– La Withania inibisce anche lo sviluppo della tolleranza all’analgesia indotta da morfina
– Aspirina: previene le lesione gastriche da farmaco
– Chemioterapici e radioterapia: previene la leucopenia
– Colinergici: possibile sinergia